Una nuova ricerca pubblicata sul Journal of Neuroimaging suggerisce che il Tai Chi Chuan potrebbe migliorare la salute del cervello e accelerare il recupero muscolare.

Il Tai Chi Chuan è un’antica forma cinese di movimenti meditativi, eseguita in modo fluido e dolce. Come esercizio per la mente e il corpo, il Tai Chi Chuan migliora l’equilibrio, la forza e la flessibilità, inoltre riduce tensioni e ansie.

Il piccolo studio pilota della ricerca citata ha utilizzato una tecnica non invasiva chiamata spettroscopia di risonanza magnetica per misurare i marcatori biochimici che indicano la salute del cervello e il tempo di recupero muscolare. I ricercatori hanno seguito per dodici settimane sei adulti anziani sani che non avevano precedenti esperienze con il Tai Chi Chuan, misurando i loro livelli di marcatori cerebrali e muscolari prima e dopo l’allenamento. La pratica prevedeva almeno due sessioni di un’ora ogni settimana.

Lo studio ha esaminato il rapporto del metabolita N-acetilaspartato (NAA), un marker della salute neuronale, con la creatinina nel giro cingolato posteriore del cervello. L’N-acetilaspartato si trova quasi esclusivamente nel cervello e una sua diminuzione è un segno di degenerazione neuronale. I ricercatori hanno scoperto un significativo aumento dei rapporti tra NAA e creatinina dopo dodici settimane di Tai Chi Chuan, suggerendo che questa disciplina può promuovere la neuroplasticità, ovvero la generazione di nuovi neuroni, o proteggere i neuroni dal normale processo d’invecchiamento.

I ricercatori hanno anche monitorato il recupero muscolare misurando il tempo di recupero della fosfocreatina nel muscolo della gamba. Questo valore è decisamente migliorato dopo le dodici settimane di allenamento nel Tai Chi Chuan.

Il piccolo studio suggerisce che la pratica regolare del Tai Chi Chuan potrebbe svolgere un ruolo importante nel promuovere la salute del cervello e dei muscoli negli anziani. Studi più ampi sono sicuramente necessari, ma nel frattempo, il Tai Chi Chuan è un esercizio per la mente e il corpo che vale la pena provare a ogni età.

Articolo originale

 

Condividi