La vittima della manipolazione della mente non sa che è una vittima. A lui, le pareti del suo carcere sono invisibili, e crede d’esser libero.